L'Amore vero essendo infinito ed eterno, non può essere consumato che nell'eternità (Huxley) Approfondisci... L'intelligenza dell’amore:  Simone Weil e Etty Hillesum Promuovere il valore della autentica libertà contro una cultura che genera egoismi e derive abortive Approfondisci... “Creare condizioni a che i giovani abbiano la gioia di avere dei figli” È una donna sola, fisicamente fragile, che agisce, prende posizione. Approfondisci... Vangelo e pane. La vita senza frontiere di Madeleine Delbrêl Il cristiano non è moderno o antico, ma serve il suo tempo.Il Signore del tempo è Dio.La svolta dei tempi è Cristo. Il vero Spirito del tempo è lo... Approfondisci... Il cristiano serve il suo tempo Educare alla vita buona del Vangelo. A scuola,non si trasmettono solo conoscenze, ma valori che siano bussola di riferimento Approfondisci... L'infinito presente dell'educare “Oggi i giovani che scelgono di vivere la fede lo fanno in modo molto più consapevole e molto più convinto. Approfondisci... Una fede senza Chiesa?

Lo scandalo di un Dio che si è fatto uomo ed è morto sulla croce

è il centro della nostra Fede.

E’ l’ispirazione primigenia della nostra vocazione e questo mistero che ispira, sostiene, alimenta il nostro dono quotidiano per il Regno.
La chiesa confessa che Gesù è Figlio di Dio venuto nella carne. Questo è lo scandalo! ..
La vera misura della Sua incarnazione è l’umiltà, il disinteresse e la beatitudine.
E’ carne eppure trascendenza; è svuotamento eppure pienezza; è disonore eppure gloria; è umiliazione eppure beatitudine: ognuno di questi assiomi è sfida per l’uomo e per il cristiano e radicalmente per noi.
Il segreto è quello semplice di San Francesco. Un cuore aperto, spalancato, dilatato non dilaniato sul mondo.
Un cuore da trapiantare nella carne di questo mondo, di ogni fratello, di questo tempo che attende di essere trasfigurato.
Francesco è capace di fornirci una “speranza realista”, davvero alla nostra portata. A portata di fede. E ammonisce: c’è di più. C’è di meglio. C’è un “non ancora” che non deve dare rassegnazione e riposo. Se la misura è il limite, allora è davvero tempo di miracoli, cioè l’immensa – ma possibile – quotidiana, umile, nascosta, disinteressata fatica del fare aderire il Vangelo alla realtà. Fatica, sì, cioè lavoro, tanto e moltiplicato impegno per l’uomo, tra gli uomini.
È la rivincita del fare sull’essere? No, è l’equilibrio praticabile tra l’essere e il dover essere, che è la misura del vero umanesimo: è questo che Gesù ci ha insegnato nel suo percorso dal cielo alla terra, una trascendenza che si comprende tra una stalla e un legno di croce.

Ultimi articoli inseriti in lingua italiana:

Sinodo e Sinodalità

Please wait while flipbook is loading. For more related info, FAQs and issues please refer to DearFlip WordPress Flipbook Plugin Help documentation.

Amoris laetitia: dal “discernimento” una nuova visione di Chiesa

Amoris laetitia: dal “discernimento” una nuova visione di Chiesa Domenica 27 dicembre 2020, nella Festa della Santa Famiglia, Papa Francesco ha annunciato l’iniziativa di un anno speciale dedicato all’Esortazione apostolica Amoris laetitia a cinque anni dalla sua pubblicazione. Come ha ricordato il Papa questo periodo speciale comincerà il prossimo 19 marzo e sarà caratterizzato da diverse iniziative…

Sinodalità e santità negli orizzonti della Chiesa

Sinodalità e santità negli orizzonti della Chiesa  Da un cammino al servizio del Sinodo dei vescovi, per inserirlo nelle comunità ecclesiali e farlo diventare uno strumento prezioso per la riforma della Chiesa, a un nuovo percorso all’interno della Congregazione delle cause dei santi, dove si sperimenta concretamente la realtà della vocazione universale alla santità. È…

La grazia dell’innamoramento

La grazia dell’innamoramento Andrea Bozzolo Iniziamo il percorso che ci siamo proposti di seguire in questa rubrica, dedicata ad una riflessione pastorale sull’accompagnamento dei giovani verso il fidanzamento e il matrimonio, affrontando innanzi tutto il tema dell’innamoramento. L’argomento ha di che apparire immediatamente interessante, non solo perché riguarda una delle esperienze più rilevanti della giovinezza,…

L’«alleggerimento» della sessualità e i suoi «gravosi» effetti

L’«alleggerimento» della sessualità e i suoi «gravosi» effetti Andrea Bozzolo Uno degli elementi con cui più frequentemente deve confrontarsi chi accompagna i giovani nella loro crescita affettiva e, più specificamente, nella preparazione al matrimonio, è costituito senza dubbio dalla profonda mutazione del costume, che ha reso sempre più ovvia la «separazione» tra l’esercizio della sessualità…

L’educazione degli affetti

L’educazione degli affetti Andrea Bozzolo Le considerazioni che abbiamo svolto negli articoli precedenti ci consentono ora di raccogliere alcune indicazioni pratiche, che possono risultare illuminanti tanto per un’impostazione fondamentale dei cammini formativi nell’età della giovinezza, quanto per una cura più ravvicinata dei giovani che si avvicinano al matrimonio. In altri tempi, si sarebbe forse potuto…

L’assoluto affettivo e il tragico dell’amore

L’assoluto affettivo e il tragico dell’amore Andrea Bozzolo La letteratura di ogni tempo ha sempre individuato nel tema dell’amore non soltanto il luogo più tipico per l’effusione idilliaca del sentimento, ma anche il punto di incontro più emblematico con l’esperienza del tragico, come se solo un filo sottilissimo separasse la più attraente delle esperienze umane…

L’innamoramento, la Parola e i tempi della vita

L’innamoramento, la Parola e i tempi della vita Andrea Bozzolo Nell’articolo precedente ci siamo già accostati al tema dell’innamoramento, con l’intenzione di coglierne alcuni tratti fenomenologici principali e di individuarne il senso fondamentale. Abbiamo così introdotto l’idea che questo tempo della vita costituisce uno speciale «momento di grazia», in cui il sorgere incantato degli affetti…

I cammini della fede per i giovani oggi

I cammini della fede per i giovani oggi  Don Pascual Chávez Già da vari anni venivo maturando l’idea di offrire a tutta la Famiglia Salesiana qualche considerazione semplice e sistematica su ciò che costituisce il centro della nostra fede, accentuando qualche aspetto della nostra Tradizione Salesiana, a partire dal nostro santo Padre Don Bosco… Già…

“LUMEN FIDEI” – LETTERA ENCICLICA  DEL SOMMO PONTEFICE    FRANCESCO

“LUMEN FIDEI” – LETTERA ENCICLICA  DEL SOMMO PONTEFICE  FRANCESCO 1. La luce della fede: con quest’espressione, la tradizione della Chiesa ha indicato il grande dono portato da Gesù, il quale, nel Vangelo di Giovanni, così si presenta: « Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre »…

“SPE SALVI” – LETTERA ENCICLICA  di  BENEDETTO XVI

“SPE SALVI” – LETTERA ENCICLICA  di  BENEDETTO XVI Carmine Di Sante   Introduzione «SPE SALVI facti sumus » – nella speranza siamo stati salvati, dice san Paolo ai Romani e anche a noi (Rm 8,24). La « redenzione », la salvezza, secondo la fede cristiana, non è un semplice dato di fatto. La redenzione ci è offerta…

“DEUS CARITAS EST” –  LETTERA ENCICLICA BENEDETTO XVI

“DEUS CARITAS EST” –  LETTERA ENCICLICA BENEDETTO XVI Carmine Di Sante INTRODUZIONE « Dio è amore; chi sta nell’amore dimora in Dio e Dio dimora in lui » (1 Gv4, 16). Queste parole della Prima Lettera di Giovanni esprimono con singolare chiarezza il centro della fede cristiana: l’immagine cristiana di Dio e anche la conseguente immagine dell’uomo…

LA SPERANZA: LA SOGGETTIVITÀ FELICE E RESPONSABILE

LA SPERANZA: LA SOGGETTIVITÀ FELICE E RESPONSABILE Carmine Di Sante La speranza come attesa Svolgendo il tema della concezione dell’amore nella teologia paolina, R. Mohrlang osserva con stupore che quando Paolo parla dell’amore, il suo accento non cade mai sull’amore dell’uomo per Dio quanto piuttosto sull’amore di Dio per l’uomo e su quello dell’uomo per…

LA CARITÀ: LA SOGGETTIVITÀ AGAPICA

LA CARITÀ: LA SOGGETTIVITÀ AGAPICA Carmine di Sante   La carità come obbedienza a Dio Fidarsi di Dio è fidarsi del suo Amore, e fidarsi del suo amore vuol dire, per l’uomo credente, amarlo. Per questo il soggetto fiduciale coincide con il soggetto agapico, il soggetto abitato dall’agape o carità che, con la fede, costituisce…

LA FEDE: LA SOGGETTIVITÀ FIDUCIALE

LA FEDE: LA SOGGETTIVITÀ FIDUCIALE Carmine di Sante La fede come affidamento Nel suo libro Due tipi di fede, M. Buber scrive: “Della fede stessa conosciamo solo due forme fondamentali. Ambedue possono essere illustrate partendo da semplici fatti della nostra vita: l’una dal fatto che io ho fiducia in qualcuno, senza ch’io possa ‘fondare’ in maniera…

In questo sito vengono utilizzate alcune immagini, foto e materiali audiovisivi tratti da Internet, esclusivamente se di pubblico dominio o dichiarati “materiali free” dalle originarie fonti di diffusione. Stante la premessa, per eventuale materiale di cui l’autore/l’autrice non consente la pubblicazione, contattare la Redazione del sito (email:suorchiara.tenaglia@gmail.com), che si rende disponibile verso gli aventi diritto alla rimozione tempestiva dello stesso.