dopo l’incontro a Downing street

Lo scetticismo di Juncker su Brexit è un caso. Downing street smentisce la stampa tedesca

 

Il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker è «dieci volte più scettico» rispetto a prima «su una soluzione positiva dei negoziati sulla Brexit con il Regno Unito», e il suo entourage considera che la probabilità di un fallimento sia «superiore al 50%». Lo scrive la Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, ripresa oggi da Financial Times e Guardian. Juncker lo avrebbe spiegato alla cancelliera tedesca Angela Merkel, chiamandola la mattina dopo l’incontro con la May, a Londra la scorsa settimana.

May respinge le linee guida della Ue sulla Brexit

«Lascio Downing Street dieci volte più scettico di prima» ha detto Juncker secondo il domenicale della Faz. A Merkel, l’ex premier lussemburghese avrebbe spiegato che «May vive in un’altra galassia e si sta facendo illusioni». Un portavoce della Commissione ha rifiutato di commentare, limitandosi a ricordare le dichiarazione di Juncker ai giornalisti a margine del Consiglio europeo di sabato, e cioè che l’incontro di Londra è stato «molto costruttivo», si è svolto «in una atmosfera amichevole».

Al Ft, un portavoce di Downing Street ha detto dal canto suo che quanto riportato dalla Faz non gli risulta e quindi ne smentisce il contenuto: «Come la premier e Juncker hanno detto con chiarezza, è stata una riunione costruttiva in vista dei negoziati formali a breve». (Sole 24 ore)